Sapore di mare.

Aggiornato il: 8 dic 2020

Difficoltà: 1 calice






Il colore bruno dorato dell’ambra e il profumo dell’aria salmastra ci portano dritti a Cetara, la terra della colatura di alici. Una ricetta che nasce al tempo dei Romani – loro la chiamavano Garum – e che arriva fino a noi attraverso l’arte sapiente dei pescatori.

Un ingrediente semplice solo in apparenza, perché frutto di operazioni laboriose che si tramandano di padre in figlio: prima tra tutte, la pesca, per la quale c’è un momento particolare, dal 25 marzo agli ultimi giorni di luglio. E poi il processo di salatura e quello di pressatura, che avviene in piccole botti di castagno o rovere, e dura circa quattro o cinque mesi. Qui grazie all’azione del sale e al peso posto sopra ai filetti di alici affiora il liquido ambrato, che dopo essere stato filtrato, arriva sulle nostre tavole pronto per condire i nostri piatti di spaghetti.

Vi sveliamo una piccola chicca in vista delle feste: a Cetara questo è il piatto tipico della Vigilia. Avete quindi tutto il tempo per sperimentare e inserirla nel vostro menù natalizio.


#caliceamalficoast#Lericettedellunedì#cooking#ricette#amalficoast#food#colaturadialici

21 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Unisciti al Club & Rimani Aggiornato sugli Eventi Speciali 

Lenggane Trumpella rmx
00:00 / 03:59